Klaus Qemal

Cervicobrachialgia: gli esercizi per il dolore fino alle spalle

Sintomi

Dolore acuto
Bruciore
Rigidità
Formicolio
Dolore cronico

La cervicobrachialgia è una condizione che si presenta con dolore diffuso dal collo fino al braccio e, in alcuni casi, coinvolge anche le dita delle mani. 

Secondo alcuni stime, circa il 71% delle persone subisce un episodio di cervicobrachialgia nel corso della vita. Inoltre, in circa il 20% dei pazienti, il dolore dal collo può estendersi ad entrambe le braccia (si parla di “cervicobrachialgia bilaterale”).

cervicobrachialgia

Se in questo momento riconosci alcuni di questi sintomi (tra poco li vedremo tutti nel dettaglio) che ti fanno sospettare di avere una cervicobrachialgia, ti consiglio di seguire fino in fondo questo articolo.

Proverò a darti le spiegazioni ai dubbi relativi alla cervicobrachialgia, da come si presenta fino agli esercizi che possono esserti subito di aiuto per alleviare il dolore.

Perché la chirurgia non è l’unica soluzione!

In determinati casi, il trattamento di prima scelta in presenza di cervicobrachialgia si basa proprio su una fisioterapia specifica e (soprattutto) scientifica.

E se desideri conoscere e approfondire nello specifico le tecniche, i metodi e gli esercizi che utilizziamo con i nostri pazienti, ti invito a seguire il webinar gratuito: “Rigenera Cervicale”.

È un evento online totalmente gratuito e già accessibile.

Riceverai consigli pratici per ridurre il dolore e i sintomi che dal collo arrivano alle mani. In più, avrai le conoscenze che ti permetteranno di gestire lo stress, la tensione muscolare e prevenire future problematiche.

Intanto, come promesso, scopriamo i sintomi della cervicobrachialgia!

Cervicobrachialgia: i sintomi e come riconoscerli

La “cervicobrachialgia”, come dice la stessa parola, si presenta principalmente con dolore (algia) che coinvolge la cervicale e l’arto superiore.

Ma il dolore (purtroppo) non è l’unico sintomo.

Chi soffre di cervicobrachialgia, infatti, riferisce anche di avere addormentamento, bruciore o formicolio che dal braccio può irradiarsi lungo la mano.

Nei casi più avanzati, possono comparire anche deficit della sensibilità e della forza, ovvero potresti avvertire il braccio più pesante, indebolito e avere minor controllo nella presa degli oggetti.

Questi sintomi dipendono da “un’irritazione” che interessa le radici nervose della colonna cervicale.

I nervi, infatti, sono come dei “fili elettrici” che escono dalla cervicale per raggiungere alcune zone specifiche di tutto l’arto superiore, dalla spalla alla punta delle dita.

E la funzione del nervo è quella di “trasportare” gli impulsi per il movimento (quindi per la forza muscolare) e per la percezione (o meglio la sensibilità).

Quindi, se c’è una condizione che ostacola il nervo, compaiono tutti i sintomi tipici della cervicobrachialgia: dolore dal collo fino al braccio o alla mano, alterazioni della sensibilità e debolezza.

Questi sintomi possono compromettere le attività quotidiane e spesso compaiono di notte, impedendoti di dormire adeguatamente.

Inoltre, la cervicobrachialgia può essere una condizione cronica o recidivante, ovvero che dura e si ripresenta nel tempo.

Per questo motivo abbiamo voluto creare il webinar gratuito Rigenera Cervicale, per permettere a tutti i pazienti di avere le conoscenze e gli “strumenti pratici” per tenere a bada i sintomi associati alla cervicobrachialgia.

Ma cosa c’è dietro questi sintomi?

Cosa causa la cervicobrachialgia?

La cervicobrachialgia fa parte del gruppo dei disordini neuro-muscolo-scheletrici.

Traducendo il “medichese”, si tratta di una patologia che colpisce alcune strutture nervose e può dipendere da problematiche a carico dei muscoli, a livello delle vertebre e/o dei dischi intervertebrali.

E non sempre è possibile individuare un’unica causa!

Però, sappiamo che tipicamente sono interessate le radici dei nervi che fuoriescono dalla sesta e dalla settima vertebra cervicale (C6-C7).

Se in passato ti è capitato di fare una risonanza magnetica alla cervicale, che è l’esame principale da fare in caso di cervicobrachialgia, potresti aver letto “discopatia C6-C7” oppure “ernia cervicale”.

Proprio la presenza di una patologia a carico dei dischi, può scatenare una cervicobrachialgia, però dobbiamo fare una precisazione…seguimi!

Spesso il dolore al collo e alle braccia non dipende direttamente dall’ernia o dalla compressione diretta sulle radici. Piuttosto si innescano una serie di processi infiammatori che possono creare edema (ovvero accumulo di liquido) e un’alterazione della circolazione a livello delle radici nervose.

E questo spiega anche come mai i sintomi possono peggiorare la notte.

Quindi non c’è necessariamente “un’ernia che schiaccia il nervo” ma un’infiammazione locale che crea un “ambiente difficile” per la funzione del nervo.

Infatti, è stato visto che solo nel 22% dei casi la cervicobrachialgia dipendeva unicamente da una patologia a carico dei dischi. Nel 68% dei pazienti, secondo uno studio del 2020, la cervicobrachialgia compare a causa di un processo che coinvolge sia i dischi che le articolazioni tra le vertebre.

Quest’ultima condizione si riferisce alla spondilosi cervicale, un processo degenerativo che coinvolge il corpo delle vertebre e i tessuti che ci sono tra dure vertebre vicine.

E, infine, è stata riscontrata un’altra possibile causa di cervicobrachialgia: la stenosi cervicale.

Si tratta di un restringimento a carico del canale vertebrale in cui scorre il midollo spinale, dal quale hanno origine i nervi che vanno agli arti superiori.

Quindi, come vedi, è importante indagare attentamente per riconoscere i sintomi e le cause sottostanti alla cervicobrachialgia.

Ma, c’è una buona notizia: la fisioterapia può aiutarti.

Attraverso degli esercizi mirati e ben dosati, la fisioterapia ti permetterà di alleviare i sintomi e migliorare la funzione della cervicale e del braccio.

Ti spiego come!

Cervicobrachialgia: esercizi per alleviare i fastidi e dormire meglio

Se hai notato, ho sempre parlato di “esercizi” come terapia per la cervicobrachialgia!

Questo perché gli studi scientifici internazionali stanno dimostrando con maggiore sicurezza come una fisioterapia di qualità si basi sull’esecuzione di terapie attive (esercizi), lasciando invece in secondo piano i trattamenti passivi (cioè i macchinari, come la tecar o il laser).

“Ma come fanno gli esercizi ad avere effetto su questa patologia complessa?”

In primo luogo, il movimento attivo ben dosato è in grado di stimolare la circolazione locale e il “drenaggio” nei punti in cui vi è un accumulo di edema.

Inoltre, alcuni esercizi sono efficaci nel migliorare la mobilità proprio del tessuto nervoso!

Nello specifico, si chiamano esercizi di neurodinamica.

Si tratta di movimenti indirizzati ad agevolare lo scorrimento dei nervi periferici, a ridurre la compressione nel loro decorso e a migliorarne la funzione in presenza di cervicobrachialgia.

Se vuoi vedere subito alcuni esercizi di neurodinamica, con le istruzioni dettagliate, clicca qui su questo nostro video.

Infine, un ulteriore potere dell’esercizio terapeutico, è quello di “comunicare” con il sistema nervoso centrale e attivare delle molecole che sono in grado di ridurre il dolore a lungo termine.

(Mentre le terapie passive hanno un effetto solo momentaneo)

Tutto questo si traduce in minor dolore, ripresa della sensibilità sul braccio e alle mani, e maggiore forza. In più, questi movimenti possono aiutarti a ridurre la tensione notturna e permetterti di riuscire a dormire meglio.

Dunque, se desideri migliorare il benessere della tua cervicale e la tua qualità di vita, ti invito a partecipare alla lezione gratuita Rigenera Cervicale.

Un abbraccio!

Bibliografia

  • Khan, M. R., Shafi, H., Amjad, I., & Siddiqui, F. A. (2015). Efficacy of Cervical Spine Mobilization Versus Peripheral Nerve Slider Techniques (Neurodynamics) in Cervicobrachial Pain Syndrome. Journal of Islamic International Medical College (JIIMC)10(4), 262-265.
  • Rajalaxmi, V., Lavanya, R., Kirupa, K., Mary, S. D., & Yuvarany, M. (2020). Efficacy of neural mobilization and cervical stabilization in cervicobrachial pain: A randomized controlled trial. Prof.(Dr) RK Sharma20(4), 41433.
  • Chandan, S., Sen, S., & Arfath, U. (2015). Effect of cervical lateral glide over neural tissue mobilization for median nerve in case of patients with cervico-brachial pain syndrome. Int J Health Rehabil Sci4(1), 37.
  • PANDEY, S. S., ASHISH, A., RAI, G., & SINGH, R. COMPARATIVE THERAPEUTIC INTERVENTIONAL STUDY OF CERVICOBRACHIAL PAIN SYNDROME IN EASTERN UTTAR PRADESH POPULATION. J. Appl. Biosci46(1), 2.
  • Rodríguez-Sanz, D., Calvo-Lobo, C., Unda-Solano, F., Sanz-Corbalán, I., Romero-Morales, C., & López-López, D. (2017). Cervical lateral glide neural mobilization is effective in treating cervicobrachial pain: a randomized waiting list controlled clinical trial. Pain Medicine18(12), 2492-2503.

Esercizi correlati a questo articolo

Prova a seguire questi esercizi per ottenere il massimo per la tua salute.

Difficoltà

media
Play Video

In questo video ti spiego le cause della postura con le spalle chiuse e ti introduco al metodo Fisiosocial per migliorare la postura di spalle e scapole. Alla fine ti faccio vedere 4 esercizi posturali che ti aiuteranno a cominciare a migliorare la postura delle spalle e della schiena in generale.

Play Video

Tutti ti dicono sempre che per far passare il dolore al collo bisogna fare dei massaggi, ma nessuno dice mai che il collo ha anche bisogno di essere rinforzato. In questo video ti spiego perché questi esercizi sono importanti per fare passare il dolore al collo e come e quanti ne devi fare!

Play Video

Se soffri di dolore alla cervicale o vuoi solo conoscere degli esercizi e consigli per poter mantenere la cervicale in salute allora questo video è quello che ti serve!

Vuoi dire la tua? Lascia un commento a questo articolo compilando il modulo qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RICEVI ESERCIZI E GUIDE

Iscriviti per ricevere gli esercizi da fare comodamente a casa tua, le nostre guide, video-guide, corsi e articoli sulla fisioterapia. Tutte le pratiche online da noi consigliate sono riconosciute dal Ministero Della Salute. Odiamo lo spam tanto quanto te, per cui non lo riceverai.

Articoli che potrebbero interessarti

Se hai trovato questa pagina interessante, prova a leggere uno di questi articoli!

Cervicale infiammata: i sintomi e i rimedi scientifici

Marzo 1, 2024
Sintomi trattati: Dolore acuto, Rigidità , Capogiri, Dolore cronico

Mal di testa da cervicale: come risolvere con i rimedi efficaci

Ottobre 8, 2023
Sintomi trattati: Dolore acuto, Rigidità , Stress, Ansia, Tensione

Nervo vago infiammato: anatomia, sintomi e rimedi

Agosto 2, 2023
Sintomi trattati: Dolore acuto, Sensazione di instabilità, Rigidità , Capogiri, Stress, Ansia, Tensione

Ernia cervicale: sintomi e trattamenti realmente efficaci 

Febbraio 3, 2023
Sintomi trattati:

Flessibilità muscolare: perchè è importante?

Dicembre 8, 2022
Sintomi trattati: Dolore lieve, Dolore acuto, Stilettata , Rigidità

Postura cervicale: ecco cosa devi sapere!

Settembre 15, 2021
Sintomi trattati: Dolore lieve, Dolore acuto, Sensazione di instabilità, Rigidità , Capogiri, Stress, Mancanza di forza, Dolore cronico
RICHIEDI UNA

CONSULENZA

Siamo Fisiosocial, tra i primi in italia ad applicare la scienza della tele-medicina al mondo della Fisioterapia.

Invia la tua candidatura per una consulenza online.

Scopri "RIGENERA CERVICALE"

“Rigenera Cervicale” è il protocollo più completo che tu possa trovare per una cervicale “rigenerata” libera dalle tensioni e dalle rigidità muscolari.