Francesco Lanzini

Stenosi lombare: gli esercizi per camminare senza fastidi

Sintomi

Dolore acuto
Rigidità
Dolore cronico

“Stenosi lombare L4-L5 o stenosi L5-S1”.

Cos’è?

È una diagnosi che frequentemente vediamo, trattando i pazienti in studio e online. Si tratta di una patologia alla schiena che colpisce principalmente le persone intorno ai 60 anni di età.

E, secondo uno studio del 2016, la stenosi lombare è la causa principale di chirurgia alla colonna vertebrale negli over 65!

Non si conoscono quali siano le cause principali, ma alcuni fattori di rischio della comparsa della stenosi lombare sono il fumo, uno stile di vita sedentario, l’obesità e anche la tipologia di lavoro.

E purtroppo chi soffre di stenosi lombare, a causa dei sintomi, tende a diminuire le proprie attività e a ridurre il movimento attivo.

dolore stenosi lombare

Questo crea un circolo vizioso in cui oltre al dolore e alla riduzione della mobilità, si presenta anche paura nei movimenti e aumento del rischio di cadute.

Per questo motivo ho pensato di scrivere un articolo per spiegarti cos’è la stenosi lombare, quali sono i sintomi e per farti vedere alcuni movimenti utili per riprendere a camminare senza fastidi

Proprio il cammino o stare in piedi per tanto tempo può essere molto difficile sei hai una stenosi lombare, per questo vogliamo darti l’opportunità di richiedere subito una consulenza approfondita per il tuo caso.

Clicca qui in basso:

Nel frattempo, cerchiamo di fare chiarezza.

Cos’è la stenosi lombare?

La stenosi lombare è una patologia che colpisce la parte bassa della schiena ed è determinata dalla compressione del midollo spinale e/o delle radici nervose a causa del restringimento del canale vertebrale.

Sai cos’è il canale vertebrale?

È una cavità formata dalle vertebre e al suo interno scorre il midollo spinale. Dal midollo spinale, nella zona lombare e sacrale, fuoriescono le radici dei nervi che andranno verso le cosce e le gambe.

Nella stenosi lombare, il restringimento può avvenire al centro del canale (stenosi centrale) oppure soltanto da un lato (stenosi laterale)

Diverse condizioni possono determinare questo disturbo, come la presenza di degenerazioni articolari, ispessimento dei legamenti della colonna oppure in caso di patologie del disco.

In più, esistono anche delle “alterazioni” congenite che possono facilitare la comparsa della stenosi.

Dopo un’attenta valutazione clinica, il medico può confermare la diagnosi grazie ad esami strumentali, come la risonanza magnetica e la radiografia, che aiutano anche ad individuare il livello del restringimento.

risonanza stenosi lombare

Solitamente è interessato lo spazio tra la quarta e la quinta vertebra lombare (L4-L5) e in alcuni casi anche a livello della prima vertebra sacrale (L5-S1).

Se ti è stata fatta diagnosi di stenosi lombare e desideri richiedere una consulenza personalizzata per sapere cosa fare per alleviare il dolore, puoi farlo cliccando ai link qui in basso:

Ma quali sono i sintomi a cui prestare attenzione in caso di stenosi lombare?

Scopriamoli insieme.

I sintomi della stenosi lombare

La stenosi lombare si presenta principalmente con dolore alla schiena, ai glutei, alle gambe e con alterazione nella deambulazione.

Gli studi scientifici la chiamano “claudicatio neurogenica intermittens”, ed è un segno caratteristico in questa patologia.

Ovvero i pazienti con stenosi lombare tendono zoppicare, in maniera intermittente, a causa della compressione sulle strutture nervose della zona lombare.

Sostanzialmente, chi ha questa patologia inizialmente riesce a camminare senza grossi fastidi ma dopo alcuni metri, compaiono dolori alle gambe, debolezza e alterazioni della sensibilità (come formicolio, bruciore o intorpidimento).

Se soffri di stenosi lombare, avrai notato che devi fare frequenti pause e riposare per poter riprendere a camminare.

Questo dipende proprio “dall’intrappolamento” a carico livello delle radici nervose nella zona lombare e sacrale, che controllano la forza e la sensibilità della metà inferiore del corpo.

Inoltre, vengono compressi anche alcuni vasi sanguigni vicino alle strutture nervose e ciò può causare una “congestione” della circolazione locale e contribuire alla comparsa dei sintomi.

Indagando i pazienti con stenosi lombare, si è visto che i movimenti in estensione, ad esempio quando ci inarchiamo verso dietro con la schiena, aggravano i sintomi.

Ma anche “semplicemente” stare in piedi o camminare in salita!

Viceversa, le flessioni della colonna vertebrale, ad esempio quando siamo seduti e ci pieghiamo in basso, possono alleviare il dolore alla schiena e agli arti inferiori.

Questi esercizi in flessione fanno parte di movimenti terapeutici che utilizziamo con i nostri pazienti in studio e online.

La fisioterapia per la stenosi lombare, infatti, si basa sugli esercizi!

I movimenti terapeutici che proponiamo sono sicuri, specifici ed utili per poter camminare meglio, e in quest’ultimo paragrafo te ne mostro qualcuno che puoi subito mettere in pratica.

Gli esercizi per camminare meglio

“Doc, perché servono gli esercizi per stare meglio?”

Perché la colonna vertebrale è una struttura che ha bisogno del movimento per guarire e riacquistare la funzione, ed è bene iniziare sin dai primi fastidi per evitare una progressione dei sintomi.

I trattamenti basati su terapie strumentali (come gli ultrasuoni o la tecar) non sono efficaci e gli studi scientifici condotti confermano come l’esercizio sia la terapia di primo livello nei pazienti con stenosi lombare.

In particolar modo, gli esercizi in flessione della colonna lombare rappresentano la parte centrale del trattamento fisioterapico.

Ecco due di esercizi che puoi fare per ridurre il dolore lombare e migliorare i sintomi:

  • dalla posizione supina (sdraiato a pancia in su) porta le ginocchia verso il petto e mantieni la posizione per allungare i muscoli glutei e gli estensori della schiena;

  • in ginocchio, allunga le braccia in avanti e porta i glutei verso i talloni, come se volessi sederti sopra. Puoi mettere un cuscino sotto le ginocchia per non avere fastidi.

allungamento stenosi lombare

Ciascun movimento può essere mantenuto per circa 20-40 secondi e ripetuto 3-4 volte, quotidianamente.

Per conoscere qualche altro esercizio utile, guarda questo video che abbiamo creato appositamente per i pazienti con dolore lombare.

Inoltre, sono consigliati anche esercizi per migliorare la stabilità del tronco e aumentare la forza nei muscoli delle anche, in modo da diminuire lo stress a carico della colonna vertebrale.

“Ok Doc, ma per quanto tempo dovrò fare gli esercizi?”

Secondo la nostra esperienza con i pazienti (in studio e online) e in base alle ultime ricerche scientifiche, 4-6 settimane di esercizio permettono di migliorare i sintomi alla schiena e alle gambe.

E tutto questo si traduce in una migliore qualità di vita: potrai camminare di più, essere indipendente nelle attività in piedi ed acquisire maggiore autonomia e sicurezza.

Infatti, gli esercizi di rinforzo dei muscoli del tronco e delle anche, così come gli esercizi in flessione, sono efficaci anche nel ridurre il rischio di cadute.

Questa è la verità: non si possono ottenere miglioramenti ricevendo unicamente dei “trattamenti passivi” su un lettino.

Bisogna seguire un percorso di esercizi e avere costanza nel ripeterli.

Se desideri ricevere ulteriori informazioni e per presentarci il tuo caso, ti lascio i link per richiedere una consulenza personalizzata:

Saremo felici di poterti aiutare!

Bibliografia

  • Whitman, J. M., Flynn, T. W., Childs, J. D., Wainner, R. S., Gill, H. E., Ryder, M. G., … & Fritz, J. M. (2006). A comparison between two physical therapy treatment programs for patients with lumbar spinal stenosis: a randomized clinical trial.
  • Bagley, C., MacAllister, M., Dosselman, L., Moreno, J., Aoun, S. G., & El Ahmadieh, T. Y. (2019). Current concepts and recent advances in understanding and managing lumbar spine stenosis. F1000Research8.
  • Kumar, S., & Narkeesh, A. (2017). Effect of Integrated Exercise Protocol in Lumbar Spinal Stenosis as Compare with Conventional Physiotherapy-A Randomized Control Trial. Int J Neurorehabilitation4(301), 2376-0281.
  • Gaur, P., Goyal, M., & Singh, G. (2021). Manual therapy and canal enlargement exercises versus conventional physiotherapy in lumbar stenosis–a study protocol. Revista Pesquisa em Fisioterapia11(3), 549-560.
  • Lurie, J., & Tomkins-Lane, C. (2016). Management of lumbar spinal stenosis. Bmj352.

Esercizi correlati a questo articolo

Prova a seguire questi esercizi per ottenere il massimo per la tua salute.

Difficoltà

bassa
No data was found

Vuoi dire la tua? Lascia un commento a questo articolo compilando il modulo qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RICEVI ESERCIZI E GUIDE

Iscriviti per ricevere gli esercizi da fare comodamente a casa tua, le nostre guide, video-guide, corsi e articoli sulla fisioterapia. Tutte le pratiche online da noi consigliate sono riconosciute dal Ministero Della Salute. Odiamo lo spam tanto quanto te, per cui non lo riceverai.

Articoli che potrebbero interessarti

Se hai trovato questa pagina interessante, prova a leggere uno di questi articoli!

Spondilolistesi: cos’è e come ridurre il dolore lombare

Febbraio 19, 2024
Sintomi trattati: Dolore acuto, Zoppia, Mancanza di forza, Dolore cronico

Mal di testa da cervicale: come risolvere con i rimedi efficaci

Ottobre 8, 2023
Sintomi trattati: Dolore acuto, Rigidità , Stress, Ansia, Tensione

Vertigini da cervicale: cause, sintomi e rimedi

Luglio 11, 2023
Sintomi trattati: Dolore acuto, Sensazione di instabilità, Capogiri, Stress, Ansia, Mancanza di equilibrio, Dolore cronico

Dolore tra le scapole: cause, esercizi e rimedi efficaci

Giugno 6, 2023
Sintomi trattati: Dolore acuto, Rigidità , Stress, Dolore cronico, Tensione

Ernia lombare: come si presenta e cosa fare per stare meglio

Febbraio 28, 2023
Sintomi trattati: Dolore lieve, Dolore acuto, Zoppia, Stilettata , Rigidità

Mal di schiena lombare: cosa fare per guarire

Gennaio 16, 2023
Sintomi trattati: Dolore lieve, Dolore acuto, Bruciore, Stilettata , Rigidità
RICHIEDI UNA

CONSULENZA

Siamo Fisiosocial, tra i primi in italia ad applicare la scienza della tele-medicina al mondo della Fisioterapia.

Invia la tua candidatura per una consulenza online.